domenica 4 marzo 2012

Aspettando Rossella

Rossella Urru
La liberazione di Rossella Urru sta diventando un  giallo. Mentre manca ancora la certezza ufficiale da parte dell'unità di crisi della Farnesina, che sta facendo le proprie verifiche, inizialmente nella giornata di ieri si era diffusa la voce che anche la Questura di Oristano e la famiglia avessero confermato la notizia del suo rilascio. 
La ragazza di Samugheo per la quale tutta un'isola è con il fiato sospeso per oltre 130 giorni, è stata rapita in Mauritania il 22 Ottobre scorso, nel sud dell'Algeria. 
Secondo fonti non si quanto affidabili sarebbe stata rilasciata venerdì sera a Bamako, la capitale del Mali. La sua liberazione sarebbe avvenuta insieme a quella del poliziotto Aal Ould al-Mukhtar, in cambio del rilascio di un terrorista Tuareg richiesto dai rapitori. 
Rossella lavorava da due anni in Algeria come cooperante al Cisp, il comitato internazionale per lo sviluppo de popoli, dove prestava il suo aiuto nel campo profughi di Hassi Raduni. 
Negli ultimi tempi, il web si è dato molto da fare per lei, perchè non fosse dimenticata, in un momento nel quale l'attenzione dei media in particolare della televisione era calata. 

2 commenti:

  1. Rimaniamo ancora con il fiato sospeso e
    attendiamo con ansia la conferma della
    liberazione di Rossella, in queste ore
    angoscianti!!!

    RispondiElimina
  2. Speriamo bene, Lory... questa ragazza si trovava a in Africa per fare del bene e merita di tornare a casa. Un'isola intera vorrebbe riabbracciarla... saluti :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...