lunedì 20 febbraio 2012

Sartiglia dei contadini 2012, prese 15 stelle

Su Componidori e Su Segundu all'incrocio delle spade
( foto La Nuova Sardegna)
E' stata un successo di pubblico anche quest'anno, la Sartiglia di Oristano. Da fine gennaio sono stati venduti oltre tremila biglietti, e fino all'ultimo domenica le persone hanno cercato di accaparrarsi un posto sulle tribune di via Duomo, e in via Mazzini per le Pariglie.
Vestizione:  dopo il bando pronunciato alle ore 10 in piazza Eleonora e portato per le strade della città, alle ore 12 puntuale come sempre, nella casa del Gremio di San Giovanni in Via Aristana, ha avuto luogo la cerimonia di vestizione de Su Componidori, quest'anno Momo Carta. A condurre le danze è stata Manuela Carta, sorella de Su Componidori, nelle vesti de sa massaia manna. Altre quattro giovani fanciulle, is massaieddas, l'hanno coadiuvata con sapienza, facendo indossare la camicia candida, ricamata ai polsi, su cojettu, simile a un gilet, il velo, la maschera sugli abiti da cavaliere al Componidori designato. 
La discesa de Su Componidori (foto L. N. S.)
Corsa alla stella: intorno alle 14, dopo la sfilata del Corteo, che vede alla testa la figura di Eleonora a cavallo, la sua corte, e a seguire gruppi folk con il tradizionale costume sardo di numerosi paesi, è avvenuto l'incrocio delle spade tra Su Componidori e Su Segundu, il suo aiutante, che ha dato ufficialmente inizio alla 547a edizione della giostra oristanese. 
E' stato bello vedere tutti i cavalieri, e il Componidori per primo, correre con sullo sfondo lo striscione dedicato a Rossella Urru, la cooperante rapita in Algeria dallo scorso ottobre, segno di una comunità che si stringe intorno alla famiglia perchè questa ragazza torni a casa. 
Su 72 discese, sono state prese 15 stelle. Putroppo nè Su Componidori e nè Su Segundu sono riusciti a fare centro. Va bene lo stesso, lo spettacolo non è mancato. E per chi crede che che le stelle prese siano poche... in passato, quando il foro della stella era più piccolo e ed essa non era cava, per rendere più facile il centro più facile, ci sono state edizioni della Sartiglia in cui non veniva presa neppure una stella. Questi, nell'ordine, i cavalieri che sono riusciti a fare centro: Antonio Murruzzu, capocorsa della Sartiglia di martedì, Daniele Mattu, Andrea Zucca, Andrea Brai, Andrea Congiu, Giancarlo Melis, Bernardino Ecca, Fabrizio Manca, Sonia Cadeddu, unica amazzone a far centro, Paolo Faedda, Alessandro Crobu, Anthony Maccioni, Giorgio Sanna, Davide Figus, Maurizio Mugheddu. 
Le Pariglie: verso le 17,  ci si è spostati come sempre in via Mazzini, dove dall'uscita di Su Brocciu,  i cavalieri escono radunati in terzetto e cercano spericolate acrobazie. Un po' di prudenza ha caratterizzato le esibizioni, forse per paura di infortuni che escludessero i sartiglianti dai giochi del martedì. Qualche brivido e un po' di sfortuna per l'attesissima piramide volante di Davide Fiori, Rodolfo Mannu, con la new entry Furio Tocco, riuscita solo a metà. Sono stati poi tanti i tentativi di tre su tre, il più bello e premiato dai giudici è stato dai bravissimi Giancarlo Melis, Paolo Soddu, Roberto Volturo, tre su tre con i laterali girati che tenevano in mano le bandierine. Per la gioa del pubblico, che anche quest'anno si è divertito tantissimo.  In questo video i momenti salienti della giornata di domenica:   



0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...