giovedì 9 febbraio 2012

Il record degli aeroporti sardi

L'aeroporto di Cagliari
Secondo un'elaborazione effettuata dall'Assessorato regionale al Turismo, sempre più turisti scelgono l'aereo come mezzo di trasporto per arrivare in Sardegna. I dati sono abbastanza eloquenti, i tre aeroporti sardi - Cagliari, Olbia e Alghero - nel 2011 hanno fatto registrare un traffico complessivo, tra partenze e arrivi, superiore ai 7 milioni di passeggeri.

La notizia è tanto più positiva se si pensa alla crisi internazionale, che non ha ovviamente risparmiato la nostra Isola, con una diminuzione dell'effettivo movimento in entrata - relativo al traffico aereo e a quello portuale - che ha fatto registrare una flessione del 5,6%. 

Sono proprio i tre principali scali sardi a far registrare un incremento che compensa il crollo dei viaggi in nave. Ad Alghero la crescita è stata del 9,1% sull'anno precedente, a Cagliari i voli sono aumentati del 7,4%, a Olbia si è verificato un aumento boom del 14%. In tutta la Sardegna, complessivamente , la crescita del traffico aeroportuale in media è del 8,61%. La situazione appare poi da record, se si guarda all'ultimo decennio. In questo caso l'incremento raggiunge la cifra dell'80%.  

Non è dato sapere quale sia il livello di soddisfazione dei viaggiatori che scelgono l'aereo per giungere in Sardegna, nei giorni scorsi si è verificato qualche disagio relativo alla cancellazione di voli causata dal maltempo. Studi e ricerche di natura qualitativa potrebbero integrare le osservazioni.

Di certo, l'ottimo trend degli aeroporti della  Sardegna compensa la riduzione verificatasi nel traffico marittimo. A parte Golfo Aranci e Porto Torres che hanno potuto beneficiare dell'attivazione della flotta sarda, il calo nel numero dei viaggi via mare l'anno scorso è stato di circa un milione e trecento mila, cosa che ha corrisposto a 658 mila arrivi in meno.

E tu, in Sardegna, come ci arrivi?

(elaborazione su fonte ACSA)

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...