mercoledì 11 gennaio 2012

Paulilatino

Il museo Atzori
Il paese di Paulilatino si trova nella parte meridionale dell'altopiano di Abbasanta, posto su un pendio che da l'accesso al campidano di Oristano. Come tutti i territori fertili e non montuosi della Sardegna, è stato abitato già da epoche lontane, di cui conserva antiche tracce. Il nome si dice derivi dal latino paludis a latere, cioè dall'esistenza nelle vicinanze di una palude che fu bonificata, primo caso in Sardegna, nel 1827. 
Se capiti a Paulilatino (vedi come arrivare), sicuramente merita una visita il museo etnografico e archeologico Atzori, da cui si capisce la ricchezza del patrimonio archeologico paulese. Sono esposti al suo interno anche tanti antichi strumenti e oggetti donati dalle famiglie del paese, e che in passato hanno caratterizzato la vita di questo importante centro agropastorale. 
La chiesa parrocchiale di San Teodoro, del periodo gotico, merita pure essa di essere vista. Nei nei pressi sorge la chiesa della Madonna d'Itria, risalente al '700. In generale le case del paese sono molto belle, in quanto hanno conservato benissimo la propria identità, costruite con  pietre scure di basalto e saldate con malta cementizia. 
Chiesa di San Teodoro
Nelle campagne intorno, si gode di un'ottima vista e persistono una grande quantità di emergenze archeologiche, a cominciare dal notissimo pozzo sacro di Santa Cristina, che si trova proprio all'uscita della 131. Ma tutta la zona è disseminata di importanti resti, non tutti conosciuti e valorizzati: nuraghi, tombe dei giganti, domus de janas. Ad esempio, sulla strada per Bonarcado, dopo circa 4 km, prendendo il sentiero sulla destra si arriva dopo mezzo chilometro al nuraghe Lugherras, in ottimo stato di conservazione e immerso tra boschi di lecci e radure. Proseguendo sulla strada per Bonarcado si incontra sulla sinistra il nuraghe Atzara,  e un po' più avanti, nuovamente sulla destra il nuraghe Zroccu. Non distanti ci sono anche le tombe dei giganti di Goronna.
Molto apprezzato è anche il carnevale di Paulilatino, caratterizzato da maschere suggestive. In estate invece ha luogo il Luglio Paulese, con manifestazioni di vario tipo, dallo sport all'artigianato, a sagre del pane e del dolce. 

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...