lunedì 7 gennaio 2013

Bosa, la città sul Temo

Il castello di Serravalle e Sa Costa
Per metà arrampicata su uno sprone di roccia, per metà sparpagliata a suoi piedi, vicino al mare ma anche campagnola, la ridente cittadina di Bosa è uno dei paesi più pittoreschi e turistici  della provincia di Oristano e della Sardegna. 
La domina dall'alto, il castello di Serravalle, eredità dei pisani Malaspina, che ne iniziarono la costruzione dal secondo decennio del XII secolo, avendo come potente feudo la Planargia
Le colorate casette che si vedono al di sotto del castello, ammassate come in un presepe, costituiscono il quartiere di Sa Costa, la cui edilizia è di matrice medievale e mantiene una suggestione notevole.  I viottoli di acciottolato corrono stretti seguendo l'andamento del colle, e sono tagliati da impervie scalinate. Le abitazioni storiche venivano costruite in trachite, e dato il poco spazio, possedevano una stanza per piano, con qualche vano che entrava nella roccia. All'ultimo piano si trovava la cucina, con il forno per la preparazione del pane.
Barche sul Temo  ( qui la mappa della città)
Altro aspetto che rende unica Bosa è la presenza di un fiume, il Temo, sulla cui sponda destra, accanto all'estuario, si allunga la parte bassa della città, detta Sa PiattaSulla riva opposta del fiume sorgono Sas Conzas,  ovvero le concerie, un quartiere industriale dove fino ai primi decenni del Novecento si lavoravano le pelli e che oggi sono state trasformate in un museo. Lungo il percorso del fiume Temo, ci si può concedere una piacevole passeggiata (vedi il video).
Superato il ponte a tre archi sul Temo,  sulla destra si trova la Cattedrale dell'Immacolata, edificio di origine medievale che fu rifatto in forme barocche agli inizi dell'Ottocento. Di fronte alla chiesa si apre Corso Vittorio Emanuele, la strada principale della città con case sette-ottocentesche, molte dotate di graziosi balconcini in ferro battuto; dal corso viuzze di basalto si disperdono nel bellissimo centro storico. 
  

2 commenti:

  1. Purtroppo, Bosa, l'ho vista solo
    di passaggio ma prima o poi la
    visiterò accuratamente!!!
    Un saluto Lory

    RispondiElimina
  2. Io pure ci sono passato diverse volte, ma fermato raramente, e non basterebbe un libro per raccontare tutto quello che Bosa ha di bello da vedere... non a caso suscita l'entusiasmo dei turisti :-) grazie Lory, a presto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...