domenica 20 novembre 2011

Bonarcado

Sullo sfondo, Bonarcado (vedi come arrivare
Paese antico, quello di Bonarcado, situato nel territorio del Montiferru, mollemente disteso   alle pendici del monte di Seneghe. Si tratta di un borgo caratteristico per molti aspetti. Le case tradizionali, le vie strette e scoscese, le varie testimonianze di un passato ottimamente conservato. Come la mole scura e silenziosa della chiesa di S. Maria, costruita tra il 1135 e il 1340 utilizzando   la pietra basaltica, e che fu sede nel Medioevo di un convento camaldolese. Oggi della costruzione di questa bella chiesa restano soltanto il lato destro, il campanile e la facciata, ma essa è di bell'effetto scenico per l'imponenza e la sua elevazione rispetto alla strada. Vicino si trova il santuario arcaico della Madonna di Bonacattu, di cui ogni anno ricorre la festa (vedi il video).  Esso, a croce greca, risale addirittura al VII d. C. secolo, sebbene subì poi degli interventi intorno al 1200. 
La chiesa di S. Maria  (qui altre foto)
Bonarcado è anche il paese delle ciliegie,  il cui albero risulta molto coltivato nelle campagne dei dintorni; ogni anno, da queste parti, si fa la sagra. Se capitate da queste parti, non potete mancare di fare un salto alla bellissima cascata Istrampu di Sos Molinos,  di cui ho avuto modo di scrivere. Alta circa 15 m, si scende attraverso una ripida scaletta per una gola dove si può ammirare lo spettacolo che l'acqua del Rio Sos Molinos fa sulle rocce. Questo paese può far parte di un itinerario alla scoperta del Montiferru, o per chi ama la tranquillità dei paesi in collina. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...