mercoledì 21 settembre 2011

In viaggio con il trenino verde

Il trenino verde della Sardegna
Tra i modi più originali, e insieme più accattivanti, di scoprire la Sardegna, magari fuori dalla bella stagione, c'è senza dubbio quello di fare un viaggio con il trenino verde. Questo curioso mezzo di locomozione, si muove attraverso una linea di trasporto pubblico locale e turistica, che si snoda per oltre 600 km, e attraversa i luoghi più belli della nostra Isola.  "Trenino" sta a indicare le dimensioni più contenute del convoglio rispetto a quelli ordinari, cosa che riguarda anche la linea ferroviaria, la quale fu costruita a fine '800 per collegare le zone dell'interno della Sardegna, e fu realizzata a scartamento ridotto, cioè con una distanza più piccola tra i binari che rendeva più agevole il passaggio attraverso i luoghi impervi e montuosi. Da circa un decennio, la linea è stata riconvertita a un uso turistico e ha incontrato il gusto e il favore del pubblico. Attualmente la gestione del servizio è passata dalle ferrovie all'Arst spa, l'azienda regionale sarda dei trasporti.
Linea Macomer-Bosa
I primi a celebrare gli spostamenti con i possenti locomotori a vapore di inizio secolo, furono D.H. Lawrence e sua moglie Frieda, che nel gennaio del 1921, durante il viaggio in Sardegna che diede origine al libro "Sea and Sardinia", fecero la tratta Cagliari-Mandas. Lo scrittore inglese descrive con romanticismo non solo il carattere molto ospitale dei sardi, ma con molto stupore anche l'estrema bellezza della Sardegna dell'interno, somigliante in alcuni luoghi alla sua terra d'origine, la Cornovaglia. Questo video ricorda l'esperienza di quel viaggio. 
Itinerari: tra le tratte più suggestive con il trenino verde c'è quella che attraversa la Gallura: da Nulvi, si passa tra boschi e gallerie e si va verso Tempio, Arzachena e Palau, di fronte alle isola della Maddalena. Da Mandas, invece, si penetra nelle foreste del Gennargentu, fin nell'Ogliastra e ad Arbatax: in tutto 160 km, che è possibile fare anche in più giorni. Oppure, da Isili si attraversano i ponti e le gallerie della Barbagia occidentale, giungendo a Sorgono e facendo alcune tappe interessanti in provincia di Oristano, come Laconi. Sempre in provincia di Oristano, passa la tratta Macomer-Bosa, sulla quale si organizzano anche viaggi a  tema, come il "treno dei sapori", a Giugno, e a Settembre, quello della Malvasia. Tale tratta è attiva soltanto nei mesi estivi.
Informazioni: per info sulla storia del trenino verde, si può consultare il sito internet ad esso dedicato, dove è possibile consultare e scaricare il catalogo che contiene tutte le le tratte e una descrizione accurata di tutte le stazioni dove sosta. Sul sito trovate anche una bella fotogallery, dedicata ai viaggi con il trenino verde, e continuando la navigazione nel sito, trovate il calendario, che indica date e orari dei vari percorsi. Per info in tempo reale sull'organizzazione di un viaggio potete chiamare il numero verde, tel800460220 (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13,30). 
Prenotazioni: per l'organizzazione di un viaggio, anche su misura e per un gruppo, e conoscere i prezzi, potete chiamare l'Ufficio turistico con sede a Monserrato, al tel. 070580246 (sempre dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13,30) o mandare un email all'indirizzo: treninoverde@arst.sardegna.it 

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...