sabato 30 maggio 2015

La cattedrale di Santa Maria Assunta

Il duomo di Oristano
In pieno centro storico, precisamente in via Duomo (vedi la mappa), si trova la cattedrale di Santa Maria Assunta a Oristano. Menzionata già in un atto del 1131, sorge su una preesistente ecclesia di età bizantina. Fu riedificata nel 1228, dall'arcivescovo d'Arborea Torchitorio de Muru e dal sovrano Mariano II di Torres, in seguito ai danni riportati nell'occupazione della città nel 1195, da parte del giudice di Calari Guglielmo di Massa.  Oggi la cattedrale di Santa Maria Assunta appare nel rinnovato assetto barocco, che le diede tra il 1721 e il 1733 l'architetto Giovanni Battista Arieti. Il campanile, a pianta ottagonale, è del Quattrocento, a eccezione della cella campanaria e della cupola iridescente, che sono invece un innesto settecentesco. La pianta interna è a croce latina, e nella prima cappella sulla destra, si trova l'Annunciata, una statua lignea  trecentesca di Nino Pisano, restaurata successivamente. Poco discosti sono due frammenti romanici del XII secolo, che raffigurano Daniele nella fossa dei leoni e Due leoni che abbattono due cerbiatti. Un ovale con l'Assunta, di Vittorio Amedeo Rapous, orna il presbiterio sopraelevato, insieme alla tele ottocentesche di Giovanni Marghinotti. 
Interno della chiesa
Notevole è pure, in quanto risalente alle forme gotiche del duecento, la cappella del Rimedio, nel transetto destro (a destra del presbiterio) che ha una volta a crociera gemmata. Le cappelle neoclassiche con cui terminano i bracci laterali sono opera di Giuseppe Cominotti e risalgono al 1830. Alle pareti dei bracci, in alto, pendono quattro vessilli che i sardi tolsero ai francesi durante l'assedio del 1637. Alle spalle dell'altare maggiore, l'aula capitolare custodisce un'importante tesoro, visitabile solo su richiesta. Tra i misteri della cattedrale di Santa Maria Assunta, c'è quello riguardante la sepoltura dei giudici di Arborea. Nel 1335 Ugone II chiese nel suo testamento di essere seppellito all'interno della chiesa, nella cappella di San Bartolomeo, all'epoca ancora da terminare, nella quale avrebbero dovuto riposare sia i suoi predecessori che i suoi successori. Ma tali sepolture non sono ancora state individuate. Adiacente al Duomo, sorge il Seminario Tridentino, sede del Palazzo arcivescovile e dell'Arcidiocesi Arborense.   
Orari (luglio - settembre): in questo periodo la cattedrale è visitabile durante la settimana, dalle ore 8:30 alle 19.30; la domenica è aperta per le celebrazioni liturgiche, alle ore 10-12 e alle 18,00.  

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...