domenica 5 giugno 2011

Overbooking aereo, ovvero il posto scomparso


Più aumenta il prezzo del carburante, meno le compagnie aeree ritengono conveniente volare con poltrone vuote. 
Così si è diffusa, già da parecchio tempo, la consuetudine all'overbooking, ovvero la pratica, peraltro ammessa, da parte delle compagnie, di poter prendere più prenotazioni di quanti siano i posti realmente a disposizione. 
Quando accade che al check-in si presentano tutti o quasi i viaggiatori prenotati, scattano le esclusioni. I viaggiatori più a rischio sono quelli individuali e quelli con il solo bagaglio a mano, dato che escludere coloro il cui bagaglio è già stato depositato nella stiva può rivelarsi complicato. 
I più tutelati invece sono: i gruppi, le famiglie, i bambini da soli, i passeggeri con coincidenze per un altro volo, i possessori di tessere per frequent flyer, ecc. Aiuta a evitare spiacevoli sorprese presentarsi in anticipo all'aeroporto per il check-in, o addirittura eseguirlo per via telematica il giorno prima. 

Se nonostante tutto questo siete egualmente incappati nella lotteria dell'esclusione, ricordatevi comunque che avete i vostri diritti (tutelati dall'Unione con il regolamento 261/2004). Potete innanzitutto chiedere  se ci sono dei volontari che rinunciano al volo in cambio di una compensazione economica, non sempre infatti gli impiegati rispettano questa procedura, per una questione di tempo, e perché la compagnia ha tutto l'interesse a far partire il volo il prima possibile. 
Oltre a chiedere il rispetto di questa procedura obbligatoria, dovete pretendere l'imbarco sul volo immediatamente successivo. Se il volo non c'è, o voi avete per qualche motivo avete rinunciato a partire, avete diritto al rimborso del biglietto e a un risarcimento, i cui criteri devono essere ben visibili e leggibili sul bancone.
Si va da una compensazione di 250 euro per tratte fino a 1.500 chilometri, di 400 euro per le tratte tra 1.500 chilometri - all'interno dell'Europa o o per i voli extraeuropei - e i 3.500 chilometri; di 600 euro per tutte le distanze superiori a 3.500 chilometri. C'è poi il diritto a cibo e bevande durante il tempo d'attesa. 
Nel Bookshop online dell'Unione Europea è possibile trovare diverse pubblicazioni online dedicate ai turisti, gratuite e molto utili per chi voglia tenersi costantemente aggiornato su questi temi, una di queste riguarda ad esempio la normativa relativa al  volo cancellato.    

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...