martedì 24 maggio 2011

Paolo Fresu, e i "!50", festeggiati in tour per la Sardegna

L'artista sardo Paolo Fresu
Di recente la sezione italiana di Amnesty International ha conferito a Paolo Fresu, il premio "Arte e diritti umani", nominandolo artista dell'anno per lo straordinario contributo alla diffusione e alla conoscenza della Dichiarazione dei Diritti Umani. Un riconoscimento che rende ancora più saldo il legame tra il trombettista e l'organizzazione internazionale, che compirà anch'essa a fine mese, cinquant'anni.
Cinquant'anni invece Paolo Fresu li ha compiuti il 10 febbraio scorso, e dal 12 giugno li festeggerà con 50 concerti in giro per la Sardegna, uno per ogni candelina. I "!50", com'è stato soprannominato l'evento, organizzato dalle agenzie Applausi di Oristano e Pannonica di Bolzano, sarà una corsa a perdifiato tra aree archeologiche, borghi medievali, vecchie miniere, torri costiere, tombe giganti, chiesette campestri, nuraghi e tanti altri suggestivi luoghi dell'isola. Numerosi i compagni di viaggio e gli ospiti del suo tour, si va dal suo storico quintetto (Cipelli, Tracanna, Zanchi, Fioravanti), ad artisti come Ornella Vanoni, Paola Turci, Gianmaria Testa, Enrico Rava, Antonello Salis, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Danilo Rea, Ludovico Einaudi, Paolo Rossi, Ascanio Celestini, Lella Costa, Stefano Benni, impossibile riuscire a nominarli tutti.
Per quanto riguarda le date del tour e  i luoghi di !50, si partirà da Berchidda, paese natale del musicista, e si concluderà a Cagliari, dove la location è ancora in sede di definizione, con una prova in solitudine fatta di suoni ed elettronica. In mezzo diversi paesi della provincia di Oristano: Baratili San Pietro, Sedilo, Paulilatino, Nurachi, Cuglieri, Bosa, Oristano, Terralba, Mogorella, Tresnuraghes.   



0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...