lunedì 7 marzo 2011

Sartiglia dei contadini, domenica con 21 stelle

Su Componidori e su Segundu sfilano in via Mazzini
E' stata una domenica all'insegna della festa e dell'allegria, quella della Sartiglia del Gremio dei Contadini di ieri: prese infatti ben 21 stelle. 
Vestizione: Si è iniziato abbastanza presto, con l'antico rito, a metà tra magia e tradizione, della vestizione de Su Componidori Andrea Catapano (nella foto di Gianni Pala) da parte delle due massaieddas Federica Atzeni e Ludovica Pau, coordinate dalla massaia manna Patrizia Pala. Momento molto particolare, che sempre trasforma un normale cavaliere in una figura altera e suggestiva, che benedice la folla e stando a cavallo per sette ore domina e dirige tutta la corsa. 
Discese: Subito dopo l'altro antico rituale cavalleresco dell'incrocio delle spade, avvenuto tra Su Componidori e Su Segundu (Andrea Brai), hanno preso il via le discese, in tutto 89. La prima, imperiosa ma a vuoto, è stata quella de Su Componidori, che però si è rifatto alla fine, centrando la stella con su stoccu al termine di una discesa perfetta. A segno sono poi andati Su terzu ( Enrico Fiori) mentre Su Segundu l'ha abbattuta ma non colta. Questi i nomi degli altri cavalieri che sono andati a segno: Andrea Zucca, capocorsa del martedì, Gianluca Mugheddu, Claudio Tuveri, Marco Vidili, Giorgio Sanna, Paolo Faedda, Emanuela Colombino, unica amazzone a fare centro, Livio Urru, Gianleonardo Marruzzu autore di una grande discesa, Giuseppe Pinna, Luca Figus, Fabrizio Pomogranato, Andrea Meloni, Anthony Maccioni, Paolo Soddu, Maurizio Mugheddu, Pietro Putzolu, Graziano Pala Maurizio Casu. 
La numerosissima folla aspettava il colpo del fuoriclasse ed alla fine è arrivato, Su Componidori consegna le spade al presidente del Gremio Genesio Passiu, e ne riceve in cambio su stoccu: per lui, Su Segundu e Su Terzu. La sorte vuole che sia il solo a centrare la stella, tra le grandi manifestazioni di giubilo delle persone e dello stesso presidente. 
Pariglie: Dopo la spettacolare benedizione data da Su Componidori con Sa Pippia de Maiu ("la bambina di maggio", un mazzo di violette preparato il giorno prima e che gli fa da scettro) disceso riverso sul cavallo per buona parte di Via Duomo, ci si è spostati in piazza Roma per le Pariglie. Ancora una volta è stato eccezionale il terzetto guidato da Rodolfo Dettori, Davide Fiori e Rodolfo Manni, autori di una spettacolare piramide umana. Anche le altre pariglie sono state un susseguirsi di numeri circensi da brivido, tre su tre e cavaliere centrale girato, o verticali aeree, alcune prove andate a buon fine altre meno. Qualche preoccupazione l'hanno data le cadute di Peppino Pinna e Luca Amadu, per fortuna solo un pò di spavento senza gravi conseguenze. 

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...