giovedì 24 marzo 2011

Il museo del giocattolo, a Zeppara

Su tirollasticu ( fionda)
Zeppara (vedi come arrivareè una piccola frazione distante da Ales all'incirca 1 km, abitata da poche anime, e ospita una vera rarità, il museo del giocattolo tradizionale della Sardegna. Il luogo è la meta ideale di scolaresche e di adulti, o curiosi in genere, che vogliono vedere come giocavano in Sardegna i bambini di qualche generazione fa. Sono esposti giocattoli fatti in casa, costruiti con abilità e maestria e con i soli materiali che l'ambiente offriva. La raccolta, che rappresenta in modo ampio la cultura regionale del giocattolo, si divide in sezioni tematiche: si va dalle bambole, ai giochi che riproducono suoni e rumori, a quelli che imitano armi, trappole, o erano usati in occasione di feste, e tanti altri curiosi passatempi. Un viaggio divertente e malinconico in un passato nel quale per divertirsi bastava molto poco e in cui i bambini e i ragazzi della civiltà agropastorale crescevano a stretto contatto con la natura.
Info: per l'organizzazione di visite (vedi link), informazioni su orari e prezzo dei biglietti (che oscillano tra €3 per adulti, e €2 per ragazzi fino a quattordici anni, con una gratuità ogni 15 persone per gli accompagnatori) sul sito internet della cooperativa che gestisce il museo sono presenti indirizzo email e numero di telefono ai quali contattarla.    


Potrebbe interessarti il post: La collezione Pischedda e la nascita dell'Antiquarium Arborense

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...